Seleziona una pagina

Ho conosciuto la Piazza dei Tre Re un pò per caso…il lavoro di mio marito mi ci ha portato una sera…
Ecco, ne sono rimasta abbagliata: una piccola bomboniera tra le vie storiche e commerciali di una delle città più belle del mondo: Firenze.

Non la conoscevo, ma proprio non ne avevo nemmeno mai sentito parlare, onestamente. Nei miei anni universitari la piazzetta non era animata, era poco più di un retro bottega di qualche negozio…
Tornata appunto da questo impegno mi sono documentata e ne ho scoperto un pò la genesi.
Luogo storico tra via Calzaioli e Piazza della Repubblica, per anni appunto è stata abbandonata a sé stessa, usata come orinatoio a cielo aperto, vandalizzata e deturpata! Invece la piazza ha tutte le carte in regola per esser recuperata. Sulla piazza, infatti, affaccia un bellissimo edificio trecentesco: La Torre dei Macci, di proprietà di una ricca famiglia fiorentina di fede ghibellina che subì la confisca dei propri beni. La piazza originariamente infatti si chiamava Corte dei Macci. Deve il nome attuale ad una pretenziosa Locanda dei Tre Re (di cui però non ho trovato nessuna info).

A fianco della Torre si trova il retro del Palazzo dell’ Arte dei Beccai che fa angolo con una delle stradine di accesso, quella da via Calzaioli, Vicolo dell’ Onestà, così chiamato perché c’era la sede della Magistratura dell’ Onestà, che si occupava di prostituzione.

Tornando ai giorni nostri, la piazzetta fortunatamente è stata resa ai fiorentini e ai turisti da quando Le Serre Torrigiani http://www.serretorrigianiinpiazzetta.it/ hanno vinto un bando del Comune di Firenze e hanno creato delle bellissime istallazioni di fiori e piante ornamentali rendendo quest’ oasi un caffè, luogo ideale per aperitivi e cene all’ ombra del Duomo e di Piazza della Signoria!

Non solo convivialità ma anche cultura: teatro, musica, conversazioni intorno al vino, laboratori…e molto altro!